CHI SIAMO

LA FRESCHEZZA DI JAIL JAM E L'ESPERIENZA DI MIRAGE

Jail Jam

Jail Jam è il brand sportstyle nato dall’esperienza produttiva di Mirage, azienda leader nel settore degli accessori moda da oltre trent’anni.
Presentato ufficialmente ad ISPO 2013, Jail Jam deve il suo rapido successo alla freschezza e l’energia con cui rappresenta i suoi valori attraverso accessori moda grintosi, comodi e funzionali.

 

L’anima del brand è un team giovane e creativo, sensibile alle nuove tendenze quanto al pregio delle tradizionali tecniche di manifattura, che segue ogni progetto con entusiasmo e determinazione.

 

“Choose your taste” è la frase che meglio sintetizza la nostra visione aziendale: progettare accessori che siano qualcosa di più di un cappello, un paio di guanti o uno scaldacollo, progettare accessori che siano un’espressione di personalità: la vostra.

Mirage

Nasce nel 1980 come produttore di accessori di abbigliamento. In pochi anni diventa uno dei principali punti di riferimento del mercato italiano grazie alla sua rete distributiva estesa su tutto il territorio nazionale ed Europeo e grazie alla qualità dei prodotti e alla capacità di instaurare rapporti di fidelizzazione con i clienti.

 

All’interno del suo showroom, sito in una posizione strategica tra il Nord e il Sud d’Italia, all’interno del Polo Industriale della Moda “CENTERGROSS”, è possibile trovare una vasta gamma di accessori sempre originali, che seguono le tendenze e anticipano le mode, quali cappelli, berretti, guanti, sciarpe, borse, ombrelli sia di produzione italiana che di importazione, offerti in una vasta gamma di tessuti e modelli.
Grazie alla ricerca continua e alla creatività del suo ufficio stile, Mirage rimane sempre al passo coi tempi, offrendo più di 2000 articoli basici, bambino, moda, outdoor, caccia pesca sempre freschi ed innovativi. La presentazione delle collezioni avviene tramite campionari stagionali e articoli pronto moda.

Team

Paola Roda

Paola Roda
CEO

Il design non è come sembra o come appare.
Il design è come funziona.
Accendi il cervello.
Le nuove idee nascono guardando le cose, parlando alla gente, sperimentando, facendo domande e andando fuori dall’ufficio!

Staff Jail Jam - Lorenzo Prampolini

Lorenzo Prampolini
Project Manager

Amo tutte le sfumature della natura e il lato propositivo delle persone. Osservarli, scoprirli, viverli e combinarli.

lorenzo@jailjam.it

Paolo Roda

Fabio Roda
Warehouse Manager

Ogni impegno preso è dovere.

fabio@miragesrl.com

Cinzia Fava
Accounting

Quando tutto sembra essere contro ricorda che l’aereo decolla contro vento.

amministrazione@miragesrl.com

Staff Jail Jam - Monia Paciaroni

Monia Paciaroni
Human Resources

Se vuoi capire una persona non ascoltare le sue parole osserva il suo comportamento.

monia@miragesrl.com

Staff Jail Jam - Fabrizio Zini

Fabrizio Zini
Product Manager

Lo stile è quello che ti contraddistingue.

fabrizio@miragesrl.com

Staff Jail Jam - Linda Sangiorgi

Linda Sangiorgi
Import Manager

Carpe Diem

import@miragesrl.com

Staff Jail Jam - Barbara De Lucca

Barbara Delucca
Sales and Customer Care

La libertà è nell’anima.

barbara.d@miragesrl.com

Staff Jail Jam - Dario Nastro

Dario Nastro
Marketing & Communication

La difficoltà non risiede nel creare ma nel trasmettere agli altri la propria creazione.

dario@miragesrl.com

Luigi Lamberti
Marketing & Communication

Gli errori sono la dimostrazione che ci stai provando.

luigi@miragesrl.com

Staff Jail Jam - Giada Bonini

Giada Bonini
Designer

L’abito non fa il monaco… i miei capelli sono viola!

giada@miragesrl.com

Costanza Vitalone
Product Development

Think pink!

production@miragesrl.com

Rita Cariani

Rita Cariani
Sales

L’importante è crederci sempre!!!

rita@miragesrl.com

Staff Jail Jam - Silvia Condotta

Silvia Condotta
Sales

L’unico modo di fare un gran bel lavoro è amare ciò che si fa. Volontà e determinazione: questo è il mio motto!

silvia.c@miragesrl.com

Staff Jail Jam - Stefania Battaglioni

Stefania Battaglioli
Responsable for Sample Collection

Quando avrai 80 anni avrai probabilmente imparato tutto dalla vita. Il problema sarà ricordarlo.